INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > Agricoltura

Agricoltura

Legislazione riguardante l'argomento agricoltura.

Il testo della legge è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 101 del 30 aprile 2008, Supplemento Ordinario.

Le disposizioni contenute nel Decreto Legislativo costituiscono l'attuazione dell'articolo 1 della Legge 3 agosto 2007 n. 123 per il riassetto e la riforma delle norme vigenti in materia di salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

Scarica [.pdf] 13,3 Mb
Revisione obbligatoria delle macchine agricole.

Il decreto dispone che la revisione delle macchine agricole e delle macchine operatrici dovrà avvenire ogni 5 anni dalla prima immatricolazione o entro il medesimo termine decorrente dalla precedente revisione.

Per le macchine agricole classificate come trattori agricoli la revisione generale prende avvio dal 31 dicembre 2015 secondo uno scadenziario previsto nell’allegato I. del decreto.

Per le macchine agricole operatrici semoventi a due o più assi, la revisione slitta al 31 dicembre 2017.

Per i rimorchi agricoli aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 1,5 tonnellate e con massa complessiva inferiore a 1,5 tonnellate, se le dimensioni d'ingombro superano i 4,00 metri di lunghezza e 2,00 metri di larghezza, la revisione viene sottoposta a far data dal 31 dicembre 2018.

Scarica [.pdf] 0,2 Mb

(GU n.192 del 20-8-2015 - Suppl. Ordinario n. 51).

Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell'articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139.
 
Decreto 3 agosto 2015.

Approvazione e modalità applicative delle norme tecniche di prevenzione incendi, campo di applicazione, impiego dei prodotti per uso antincendio, monitoraggio, disposizioni finali.

Scarica [.pdf] 0,2 Mb
Allegato 1 - Generalità.

Definizioni generali relative ad espressioni specifiche della prevenzione incendi ai fini di una uniforme applicazione dei contenuti del documento.

Scarica [.pdf] 1 Mb
Allegato 2 - Reazione al fuoco.

La reazione al fuoco è una misura antincendio di protezione passiva che esplica i suoi principali effetti nella fase di prima propagazione dell'incendio, con l'obiettivo di limitare l'innesco dei materiali e la propagazione stessa dell'incendio.

Scarica [.pdf] 1 Mb
Allegato 3 - Esodo.

La finalità del sistema d'esodo è di assicurare che gli occupanti dell'attività possano raggiungere o permanere in luogo sicuro, a prescindere dall'intervento dei Vigili del Fuoco.

Scarica [.pdf] 1,2 Mb
Allegato 4 - Aree a rischio specifico.

Indicazioni di prevenzione incendi che si applicano alle aree a rischio specifico, individuate dal progettista sulla base di criteri o fissate alla regola tecnica verticale.

Scarica [.pdf] 0.3 Mb
Allegato 5 - Metodologia per l'ingegneria della sicurezza antincendio.

L'applicazione dei principi dell'ingegneria della sicurezza antincendio consente, analogamente alle altre discipline ingegneristiche, di definire soluzioni idonee al raggiungimento di obiettivi progettuali mediante analisi di tipo quantitativo.

Scarica [.pdf] 1 Mb
Procedure semplificate per l'adozione dei modelli di organizzazione e gestione (MOG) nelle piccole e medie imprese (PMI).

Il documento ha lo scopo di fornire alle piccole e medie imprese, che decidano di adottare un modello di organizzazione e gestione della salute e sicurezza, indicazioni organizzative semplificate, di natura operativa, utili alla predisposizione e alla efficace attuazione di un sistema aziendale idoneo a prevenire i reati previsti dall’art. 25 septies, d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231 (di cui all’art 300 del D. Lgs 81/08 e s.m.i.).

Scarica [.pdf] 1,3 Mb
Piano Nazionale Prevenzione 2014 - 2018

Approvato con Intesa tra Stato, Regioni e Province Autonome n. 156/CSR del 13 novembre 2014. Prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali (macro obiettivo 2.7), Riduzione delle esposizioni ambientali potenzialmente dannose per la salute (macro obiettivo 2.8).

Scarica [.pdf] 1,6 Mb
Integrazione al Piano regionale Prevenzione in relazione ai macroobiettivi 2.7 e 2.8.

Integrazione del PIANO REGIONALE PREVENZIONE 2014-2018. Approvazione del provvedimento di Integrazione del Piano regionale della Prevenzione in relazione al Macro obiettivo n. 2. 7 Prevenire infortuni e malattie professionali, e al Macro obiettivo n. 2.8 Ridurre le esposizioni ambientali potenzialmente dannose per la salute, del Piano Nazionale Prevenzione 2014-2018 di cui all'Intesa n.156/CSR del 13 novembre 2014.

Scarica [.pdf] 12 Mb
Ministero del Lavoro. Circolare n. 11/2005 del 16 marzo 2005. Requisiti di sicurezza dei trattori agricoli rispetto al rischio di ribaltamento.

Il verificarsi con frequenza preoccupante di incidenti che coinvolgono con conseguenze mortali o gravissime gli operatori addetti alla conduzione dei trattori agricoli, ripropone la necessità di riconsiderare il livello di protezione offerto da dette attrezzature rispetto al rischio di ribaltamento, principale causa di infortuni dovuti all'uso di tale mezzo, per valutare se esso sia confrontabile con quello che l'applicazione delle più recenti acquisizioni dello stato dell'arte può consentire di conseguire.

Scarica [.pdf] 0,1 Mb
Circolare n. 3/2007. Requisiti di sicurezza dei trattori agricoli o forestali - Applicazione di dispositivi di protezione per il conducente in caso di ribaltamento.
Scarica [.pdf] 0,1 Mb
Infortuni occorsi a coltivatori diretti durante attività imprenditoriali o svolte unicamente per il soddisfacimento di esigenze personali e familiari.

L'INAIL, con la nota prot. 6103 del 16 luglio 2013, risponde ad alcuni quesiti in ordine all'ammissibilità a tutela di eventi occorsi a coltivatori diretti nello svolgimento di attività imprenditoriali o per il soddisfacimento di esigenze personali e familiari.

Scarica [.pdf] 0,2 Mb

Decreto Ministero del Lavoro e delle Politiche Agricole. Lavoratori stagionali e occasionali agricoltura: semplificazioni in materia di sorveglianza sanitaria e adempimenti in materia di controllo sanitario.

Scarica [.pdf] 0,9 Mb
Regolamento CE 396/2005 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 febbraio 2005.

Livelli massimi di residui di antiparassitari nei o sui prodotti alimentari e mangimi di origine vegetale e animale che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio.

Scarica [.pdf] 0,1 Mb
Direttiva 2009/127/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009.

Nuove regole per la progettazione e costruzione delle macchine irroratrici utilizzate per la distribuzione di prodotti fitosanitari.

Scarica [.pdf] 0,8 Mb
Regolamento CE 1107/2009 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 21 ottobre 2009.

Immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari; abroga le direttive del Consiglio 79/117/CEE e 91/414/CEE.

Scarica [.pdf] 1,2 Mb
Direttiva 2009/128/CE del 21 ottobre 2009.

Istituzione di un quadro per l’azione comunitaria ai fini dell’utilizzo sostenibile dei pesticidi.

Scarica [.pdf] 0,8 Mb
Decreto Legislativo 14 agosto 2012, n. 150.

Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l'azione comunitaria ai fini dell'utilizzo sostenibile dei pesticidi.

Scarica [.pdf] 0,6 Mb
Decreto di adozione del Piano d’Azione Nazionale sull’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari.

Adozione del Piano di azione nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, ai sensi dell'articolo 6 del decreto legislativo 14 agosto 2012, n. 150 recante "Attuazione della direttiva 2009/128/CE che istituisce un quadro per l'azione comunitaria ai fini dell'utilizzo sostenibile dei pesticidi".

Scarica [.pdf] 1,7 Mb
Regolamento (UE) n. 752/2014 della Commissione del 24 giugno 2014.

Sostituzione dell'allegato I del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio.

Scarica [.pdf] 0,6 Mb
Ultimo aggiornamento: 18/12/2018
Condividi questa pagina: