INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA

Costruzioni

Norme utili per la salute dei lavoratori occupati nel settore edile. Riferimenti che orientino i committenti ed i coordinatori nella pianificazione della sicurezza.

Sicurezza e salute nei cantieri, regolarità dei rapporti di lavoro, committente privato di opere edili

In provincia di Verona esiste, da più di un decennio, un coordinamento fra gli Enti e Parti sociali, nato come tavolo in Prefettura sulla spinta delle forze sindacali, confluito poi nel Comitato provinciale di coordinamento dell’ULSS 9 Scaligera, impegnato a coordinare e potenziare le attività di prevenzione, con strategie di vigilanza e promozione della salute rivolte in particolare al settore delle costruzioni.

Gli enti e le associazioni, gli ordini e i collegi professionali si sono trovati intorno ad un tavolo, 3 gruppi con n° 6 partecipanti, hanno discusso e affrontato gli aspetti tecnici, giuridici e la conclusione dei lavori ha prodotto un manuale, suddiviso in tre parti:

  • Sicurezza e salute nei cantieri.
  • Regolarità dei rapporti di lavoro.
  • Committente di opere edili.
Vai al manuale

La lista di controllo riporta gli obblighi normativi che più frequentemente vengono valutati nell’attività di vigilanza in edilizia. Di conseguenza, come previsto nel Piano Regionale edilizia, si conferma l’attenzione prioritaria su cantieri che rispondono ad un indice di rischio elevato, secondo i criteri del metodo regionale (dimensione, importo lavori, tipologia dell’opera, azienda e CSE con reiterate violazioni).

Scarica [.pdf] 0,4 Mb

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed il Ministero della Salute, ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 212 del 12 settembre 2014, con il quale sono stati individuati i modelli semplificati per la redazione del piano operativo di sicurezza, del piano di sicurezza e di coordinamento e del fascicolo dell’opera nonché del piano di sicurezza sostitutivo (ex articolo 104-bis del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 ed ex articolo 131, comma 2-bis del codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, di cui al decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163). Scarica (.pdf) 1,9 Mb

Scarica [.pdf] 1,9 Mb

Con Decreto Interministeriale del 4 marzo 2013 sono individuati, ai sensi dell’articolo 161, comma 2-bis, del decreto legislativo n. 81/2008, i criteri generali di sicurezza relativi alle procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare. L'applicazione dei criteri di cui al presente decreto non preclude l'utilizzo di altre metodologie di consolidata validità.

Scarica [.pdf] 0,4 Mb

Il Piano nazionale edilizia rappresenta uno dei primi tentativi di intervento di prevenzione organizzato a livello nazionale. La criticità maggiore che occorrerà affrontare nelle sedi opportune è rappresentata dalla diversità di risorse dedicate nelle varie realtà regionali, spesso insufficienti ad affrontare efficacemente la complessità delle azioni previste. È poi indispensabile affrontare il problema della efficacia preventiva delle azioni messe in campo, verificando la fattibilità di uno studio, e se del caso predisponendolo, sull'efficacia delle soluzioni proposte.

Scarica [.pdf] 1,9 Mb

Piano Regionale Edilizia 2009 - 2010. Approvazione. Il Piano Nazionale Edilizia 2008-2010 prevede azioni coordinate di vigilanza, informazione, formazione ed assistenza. In particolare per l'attività di vigilanza, sulla base di quattro parametri - popolazione residente, infortuni gravi, addetti al comparto, notifiche preliminari - ad ogni Regione è stata assegnata una quota di cantieri da ispezionare ogni anno.

Scarica [.pdf] 0,3 Mb Allegato A [.pdf] 0,3 Mb

Precisazioni alla proposta di delibera del Consiglio Comunale per modifiche al vigente regolamento edilizio per recepimento dell'art. 79 bis della L.R. 61/85

Scarica [.pdf] 0,1 Mb

Regolamento sui contenuti minimi dei piani di sicurezza nei cantieri temporanei o mobili, in attuazione dell'art. 31, comma 1 legge 109/94. Linee guida per l'applicazione del D.P.R. 222/03

Scarica [.pdf] 0,3 Mb
  • Pagine correlate
  • Lavori in quota

    Documenti e istruzioni tecniche contententi misure preventive e protettive per l'esecuzione dei lavori di manutenzione in quota nel rispetto delle condizioni di sicurezza

  • Linee guida, indicazioni

    Documenti e indicazioni sulla compilazione, redazione, applicazione Piano Operativo Sicurezza (POS), e Piano Sicurezza e Coordinamento (PSC)

  • Edilizia (costruzioni)

    Tutta la modulistica riguardante il settore delle costruzioni

Ultimo aggiornamento: 23/08/2019
Condividi questa pagina: