Check list sulla gestione aziendale della sicurezza

Check list sulla gestione aziendale della sicurezza

Campagna di vigilanza e verifica della gestione per le aziende situate in zone del territorio veronese considerate ad alto indice infortunistico

Gli SPISAL dell'ULSS 20, 21, 22 hanno avviato dal 2013 (come previsto dagli obiettivi nazionali e regionali: DPCM 7/12/2007 e DGRV 2860 del 7/10/2008), una intensa attività di vigilanza, a campione, sulle aziende del territorio con un alto indice infortunistico (calcolato su: incidenza,  gravità e totale infortuni dal 2003-2010).

Sono inoltre previsti interventi sulle aziende a rischio cancerogeno e nelle aziende agricole. Maggiori dettagli si trovano sulla pianificazione SPISAL.

L'intervento di vigilanza sarà orientato alla:

  • Verifica della gestione aziendale della sicurezza
    Organizzazione aziendale della sicurezza, Gestione degli infortuni, incidenti e comportamenti pericolosi, Informazione, formazione ed addestramento, Manutenzione e Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), Appalti, Sorveglianza sanitaria
  • Verifica tecnica
    Condizioni di igiene e sicurezza dei reparti produttivi sulle situazioni ritenute più a rischio di infortunio e per la salute.

Viene chiesto alle imprese inserite nel programma di controllo, di avviare un processo di autocontrollo aziendale, con il riesame della valutazione dei rischi e delle misure correttive di prevenzione e protezione dei punti critici eventualmente individuati.

Gli SPISAL al fine di favorire le aziende nel processo di autocontrollo  mettono a disposizione, in specifico in questa sezione ed in generale sul sito, documentazione utile ad un corretto approccio alla gestione della sicurezza.

Documento per l'analisi dei sistemi di gestione aziendali (gestione aziendale della sicurezza, gestione degli infortuni e degli incidenti, gestione dell'informazione/formazione dei lavoratori, gestione della manutenzione, gestione degli appalti, gestione della sorveglianza sanitaria, gestione dell'emergenza).

Attività del medico competente alla luce del "d.lgs.81/08" e successiva modifica "d.lgs.106/09" in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro: valutazione dei rischi, cartella sanitaria e di rischio, informazione ai lavoratori e ai rappresentanti e riunione periodica, sopralluoghi negli ambienti di lavoro, sorveglianza sanitaria, ricorso all'organo di vigilanza, trasmissione dei dati allo Spisal e all'Ispesl, lavoratori esposti a cancerogeni.

Documento per l'individuazione dei pericoli, la valutazione dei rischi e le misure di prevenzione e protezione negli ambienti di lavoro

Documento per l'individuazione dei pericoli, la valutazione dei rischi e le misure di prevenzione e protezione negli ambienti di lavoro

Liste di autocontrollo da compilare a cura del titolare dell'impresa per verificare se la sua ditta è conforme a quanto previsto dalla normativa sulla sicurezza negli ambienti di lavoro e sulla regolarità dei rapporti di lavoro.

Esempi di procedure e moduli relativi a quattro processi in "Linee di indirizzo per la valutazione dell'organizzazione aziendale della sicurezza - piano triennale spisal 2005-2007". Regione Veneto dicembre 2007

Potrebbe interessare

Sedi

Gli uffici ed i riferimenti per raggiungerci

Direttore

Informazioni sul Direttore dello SPISAL

Personale

Il personale che lavora presso lo SPISAL

Newsletter

Ricevi comodamente sulla tua email novità e informazioni dal mondo del lavoro veronese