INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > Agricoltura

Agricoltura

I manuali del settore agricoltura

Edizione 2013

La ragione di questo opuscolo è quella di offrire un terreno comune di riferimento per le organizzazioni sindacali e datoriali.

Rappresenta uno strumento, una guida pratica per l'agricoltore nell'applicazione della normativa, per l'adeguamento delle macchine, delle attrezzature e dell'azienda agricola, con lo scopo finale di dare un contributo alla riduzione del fenomeno infortunistico ancora oggi rilevante per gravità e frequenza.

Scarica [.pdf] 1,4 Mb

L’esigenza di adeguare i motocoltivatori e le motozappatrici con specifiche misure tecniche si pone ancora oggi concretamente per una parte rilevante degli esemplari di macchine attualmente in esercizio.

Obiettivo del documento è fornire dei riferimenti tecnici in grado di supportare gli operatori del settore (datori di lavoro, lavoratori autonomi, venditori, noleggiatori, concedenti in uso, organi di controllo, ecc.) nel processo di adeguamento di motocoltivatori e motozappatrici costruite antecedentemente al 21 settembre 1996, data di entrata in vigore del d.p.r. 459/96, ai pertinenti requisiti di sicurezza previsti nell’Allegato V al d.lgs. 81/08.

Gli indirizzi tecnico-costruttivi forniti nel documento sono stati individuati sulla base dell’attuale stato delle conoscenze tecnologiche, tenuto conto anche dell’evoluzione della normativa tecnica di riferimento per la sicurezza (vedi aggiornamento della norma tecnica di riferimento En 709: 2010).

Scarica [.pdf] 1,6 Mb

La sorveglianza sanitaria in Agricoltura e Selvicoltura: procedure semplificate e prospettive organizzative ed operative per i lavoratori stagionali.

L’obiettivo di questo documento è di fornire elementi utili a favorire l’assolvimento degli obblighi in materia di sorveglianza sanitaria in agricoltura soprattutto per le aziende che si avvalgono di lavoratori stagionali, tenendo conto delle caratteristiche proprie di questo settore.

Il principio di fondo è di rappresentare un riferimento omogeneo e condiviso tra i Servizi delle ASL, con soluzioni che rispondano alle diverse tipologie di lavoratori e nel contempo soddisfino i principi di tutela di sorveglianza sanitaria.

Scarica [.pdf] 0,8 Mb

Adeguamento dei trattori agricoli o forestali ai requisiti minimi di sicurezza per l'uso delle attrezzature di lavoro previsti al punto 2.4 della parte II dell'allegato V al D.Lgs. 81/08

Scarica [.pdf] 1,1 Mb

Adeguamento delle Macchine Agricole desilatrici, miscelatrici e/o trinciatrici e distributrici di insilati ai requisiti di sicurezza relativo ai rischi individuali nella clausola di salvaguardia presentata dall’Italia nei confronti della norma EN 703:1995.

La norma armonizzata EN 703 versione 1995 specificava i requisiti di sicurezza e di verifica per la progettazione e la costruzione di differenti tipi di desilatrici portate, trainate o semoventi utilizzate da un solo operatore, ivi comprese le macchine desilatrici - miscelatrici - distributrici.

L’attività di Sorveglianza del Mercato, attraverso gli accertamenti tecnici svolti dall’ISPESL, ha consentito di individuare alcune gravi insufficienze della norma EN 703:1995.

Il documento specifica i requisiti di sicurezza e di verifica per l’adeguamento di macchine agricole desilatrici, miscelatrici e/o trinciatrici e distributrici di insilati relativamente ai rischi individuati nella clausola di salvaguardia presentata dall’Italia nei confronti della norma EN 703:1995.

Scarica [.pdf] 4,2 Mb

Risposte ai cittadini riguardo la normativa a tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Scarica [.pdf] 0,3 Mb

Il rischio da sovraccarico biomeccanico in agricoltura: dalla valutazione del rischio alle misure di prevenzione e buone prassi ergonomiche.

Definizione del profilo di rischio da sovraccarico biomeccanico del rachide e degli arti superiori.

Nelle attività di raccolta orticole e frutta in agricoltura con l'utilizzo di strumenti semplificati di valutazione, individuazione delle misure di prevenzione, nonché gestione del rischio e delle buone prassi ergonomiche.

Scarica [.pdf] 1,4 Mb

Con cento domande si illustrano i principi che sono alla base della tutela della sicurezza e della salute del lavoratore e della legislazione di riferimento.

A cura del Dott. Ing. Domenico Mannelli, Direttore del Dipartimento Territoriale ISPESL della Basilicata.

Scarica [.pdf] 3,3 Mb

Schede tecniche delle macchine più frequentemente coinvolte in infortuni nel settore agricolo e forestale

Scarica [.pdf] 2,2 Mb

Schede sui rischi presenti nelle principali lavorazioni agricole.

10 schede sui rischi presenti nelle principali lavorazioni agricole approvate dal Comitato Regionale di Coordinamento Regione Veneto.

Scarica [.pdf] 3,5 Mb

Raccolta sistematica per conoscere sinteticamente i quesiti e le relative risposte raggruppati anche per argomenti

Scarica [.pdf] 1,3 Mb

Poster sistemi di protezione trattore per sensibilizzare gli addetti al settore agricolo affinché adeguino il trattore con i previsti sistemi di protezione.

Il ribaltamento del trattore è la principale causa di morte per gli agricoltori e rappresenta una vera e propria emergenza sociale.

Il poster intende promuovere la cultura della sicurezza in agricoltura e sensibilizzare i cittadini, in generale, e gli addetti al settore agricolo, in particolare, affinché da un lato adeguino il trattore con i previsti sistemi di protezione del posto di guida (roll bar, telaio, cabina, cinture di sicurezza ecc.), dall'altro mettano in atto comportamenti sicuri (utilizzare le cinture di sicurezza, sollevare il rool bar, se presente, ecc.).

Scarica [.pdf] 2,3 Mb

Volantino campagna trattore sicuro - Provincia di Treviso. Depliant per la prevenzione degli infortuni in agricoltura.

Tavolo provinciale di coordinamento sulla sicurezza nei luoghi di lavoro della provincia di Treviso.

Depliant per la prevenzione degli infortuni in agricoltura.

Scarica [.pdf] 1,7 Mb

Poster infortuni in agricoltura. Rassegna fotografica e didascalica riguardo un campione significativo degli infortuni gravi e mortali.

Rassegna fotografica e didascalica riguardo un campione significativo degli infortuni gravi e mortali in agricoltura nella Regione Veneto

Scarica [.pdf] 0,5 Mb

Poster infortuni mortali in agricoltura: come e perché. Analisi degli eventi mortali accaduti in Veneto dal 2007 al 2010.

Analisi dei 187 eventi mortali accaduti in Veneto negli anni 2007 (52), 2008 (53), 2009 (31) e 2010 (51) indagati dai Servizi delle ASL.

Scarica [.pdf] 1,6 Mb

INAIL - Il comparto vinicolo e oleario: Cicli produttivi e Rischi professionali. Dal punto di vista della tutela della sicurezza del lavoro le attività agroalimentari sono poco esplorate a causa della difficoltà di applicare un controllo.

Dal punto di vista della tutela della sicurezza del lavoro le attività agroalimentari sono poco esplorate a causa della difficoltà di applicare un controllo delle condizioni di igiene e sicurezza ai lavoratori di piccole aziende a carattere artigianale o a conduzione familiare.

Data la stagionalità delle attività svolte non sempre è possibile definire una condizione espositiva nei confronti degli agenti di rischio potenzialmente presenti negli ambienti di lavoro.

Cicli produttivi e rischi professionali [.pdf] 5,7 Mb Le cantine [.pdf] 2,7 Mb I frantoi [.pdf] 3,2 Mb

Manuale della circolazione delle macchine agricole. Con l'intento di garantire la sicurezza della circolazione dei mezzi agricoli, il Distretto di Polizia Locale Basso Adige ha realizzato questo interessante opuscolo.

Nella provincia di Verona gli infortuni gravi e mortali in agricoltura si connotano come una vera e propria emergenza: su 100 infortuni riconosciuti dall'INAIL, 25 mediamente sono gravi. La gran parte degli infortuni avviene con modalità ricorrenti: ribaltamento del trattore. Con l'intento di garantire la sicurezza della circolazione dei mezzi agricoli, il Distretto di Polizia Locale Basso Adige - formato dai comuni di: Legnago, Castagnaro, Terrazzo e Villabartolomea della Provincia di Verona - mettendo a frutto la sua esperienza professionale con l'obiettivo di comprendere meglio la circolazione in sicurezza dei mezzi agricoli ha realizzato questo interessante opuscolo educativo dal titolo: “Manuale della circolazione delle macchine agricole”. Il Manuale rientra nella iniziativa provinciale di "Operazione Agricoltura Sicura".

Scarica [.pdf] 1,5 Mb

Report annuale sugli infortuni mortali e con feriti gravi verificatisi nel 2014 nel settore agricolo e forestale.

Nel documento sono riportati i dati infortunistici più significativi relativi all’anno 2014.

Il Report è strutturato in due parti, la prima contiene i dati generali relativi agli infortuni nel loro complesso; la seconda contiene i dati relativi agli infortuni determinati dalle attrezzature di lavoro la cui frequenza risulta essere maggiormente rilevante ossia trattore agricolo o forestale e motocoltivatore/motozzappatrice.

Scarica [.pdf] 0,6 Mb

La realizzazione del rapporto è il risultato di una complessa attività che coinvolge le Regioni e il Sistema Nazionale per la Protezione Ambientale.

Pur non essendo in discussione il beneficio che deriva dall’impiego delle sostanze chimiche in agricoltura, tuttavia esso pone questioni in termini di possibili effetti negativi sull’ambiente e per, il suo tramite, alla salute umana.

La maggior parte dei pesticidi, il cui utilizzo è peraltro diffuso anche in altri ambiti non strettamente agricoli, è costituita, infatti, da molecole di sintesi selezionate per combattere taluni organismi nocivi e per questo generalmente pericolose per tutti gli organismi viventi.

Scarica [.pdf] 8,5 Mb

Raccomandazioni di sicurezza per il gonfiaggio di pneumatici veicoli industriali di grandi dimensioni.

Riferimenti a norme tecniche e legislazione per definire le cautele da adottare

Scarica [.pdf] 1,5 Mb

I fattori climatici e la salute umana sono strettamente interconnessi attraverso vari e complessi meccanismi.

Numerosi studi epidemiologici hanno evidenziato un aumento della mortalità nella popolazione generale durante le ondate di calore, con un impatto maggiore in particolari sottogruppi caratterizzati dalla presenza di alcune caratteristiche individuali che ne aumentano la suscettibilità agli effetti del caldo.

Scarica [.pdf] 3 Mb

Semplici azioni per evitare i danni da calore sul lavoro.

Volantino in quattro lingue dell'Azienda Sanitaria Locale di Mantova

Scarica [.pdf] 1,1 Mb

Il Disciplinare riporta, per ogni coltura i metodi e i mezzi produttivi e di difesa dalle avversità previsti dai principi dell’agricoltura sostenibile.

La necessità di proseguire un’attività di produzione agricola rispettando le esigenze dei consumatori, degli operatori e dell’ambiente, iniziata oltre 20 anni fa con l’applicazione dei primi programmi di Lotta Guidata in viticoltura e a seguire in frutticoltura e orticoltura per poi coinvolgere nell’ultimo lustro numerose aziende nei progetti agro-ambientali, ha indotto la Regione del Veneto a proseguire quanto avviato predisponendo i Disciplinari di produzione integrata per le diverse colture, che fissano concetti e norme per l’ottenimento di prodotti mediante l’applicazione del metodo di produzione integrata (P.I.).

Scarica [.pdf] 1,7 Mb

Le Linee Tecniche indicano i criteri d’intervento da adottare per la difesa delle colture ed il controllo delle infestanti, nel rispetto dei principi della difesa integrata.

Sono il riferimento per la Difesa Integrata Volontaria di cui all’articolo 20 del Decreto Legislativo n. 150 del 14 agosto 2012.

Scarica [.pdf] 1,6 Mb

Indicazioni operative per un lavoro sicuro

Il comparto agricolo/forestale rappresenta, nel nostro paese, il settore maggiormente coinvolto negli infortuni sul lavoro. L’analisi degli infortuni ci indica quanto sia importante investire in informazione e formazione di tutti i soggetti coinvolti, i lavoratori e le imprese, perché troppi sono ancora gli infortuni causati da errori umani, da cattiva organizzazione o da scarsa conoscenza dei rischi.

Sono, perciò, fondamentali le iniziative atte a promuovere la massima collaborazione fra i soggetti e le istituzioni, al fine di diffondere in modo capillare la cultura della prevenzione.

Scarica [.pdf] 8 Mb

Alla fine del trattamento è necessario pulire l’attrezzatura gestendo in maniera sicura il residuo e l’acqua di lavaggio.

Sono operazioni che rappresentano punti critici, causa potenziale di importanti fenomeni di inquinamento.

Scarica [.pdf] 0,2 Mb

Alla fine del trattamento è necessario togliersi i Dispositivi di Protezione, inevitabilmente contaminati in modo più o meno importante.

Farlo senza le necessarie precauzioni può diventare occasione di inquinamento per sé stessi e dell’ambiente domestico.

Scarica [.pdf] 0,4 Mb

I prodotti fitosanitari vanno conservati in modo che non rappresentino un rischio per la salute umana e l'ambiente

Scarica [.pdf] 2,9 Mb

Le api vanno protette per evitare il depauperamento degli alveari, la riduzione delle produzioni agricole, il calo della biodiversità

Scarica [.pdf] 1,1 Mb
Ultimo aggiornamento: 25/01/2019
Condividi questa pagina: