INFORMATIVA BREVE

La informiamo che, per migliorare la sua esperienza dinavigazione su questo sito web, Aulss 9 Scaligera utilizza diversi tipi di cookie, tra cui:
Cookie di tipo funzionale alla navigazione (functionality cookie); Cookie di tipo pubblicitario (advertisng cookie); Cookie di tipo statistico (performance cookie); che consentono di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Nella pagina della Informativa Estesa che può consultare QUI sono presenti le istruzioni per negare il consenso all’installazione di qualunque cookie. Cliccando su “ACCETTA” o continuando la navigazione, saranno attivati tutti i cookie specificati nell’informativa Estesa ai sensi degli artt. 13 e 14 Re.to UE 2016/679 ACCETTA
> > > Ex esposti amianto

Ex esposti amianto

Assistenza e sorveglianza sanitaria ai lavoratori con attività pregressa di esposizione all'amianto

Assistenza e sorveglianza sanitaria dei Lavoratori ex esposti all'amianto

La Regione Veneto, attraverso gli Ambulatori di Medicina del Lavoro degli SPISAL, assicura in forma gratuita ai Lavoratori ex esposti all’amianto l’assistenza sanitaria ed il controllo del loro stato di salute.

L'assistenza e la sorveglianza sanitaria è garantita a tutti i Lavoratori che ne facciano richiesta e dichiarino una pregressa attività con esposizione all'amianto, siano essi lavoratori dipendenti o autonomi, pensionati o occupati in altre attività o in condizione di sospensione o disoccupazione. Sono esclusi coloro che sono in continuità di esposizione all’amianto o tutt'ora dipendenti di Azienda per la quale sono stati precedentemente esposti all'amianto, indipendentemente dal fatto che attualmente siano occupati in mansioni lavorative che non prevedano la sorveglianza sanitaria ai sensi dell’art. 41 del D. Lgs. 81/2008, in quanto la sorveglianza sanitaria in questi casi compete ed è a carico del Datore di lavoro che la effettua attraverso il "medico competente" aziendale.

La sorveglianza sanitaria è finalizzata alla diagnosi degli effetti conseguenti all’esposizione all’amianto e prevede il seguente protocollo:

  • stima della pregressa esposizione professionale ad amianto tramite apposito questionario;
  • visita medica generale ed esame della funzionalità respiratoria;
  • accertamento radiologico del torace, solo su indicazione clinica in corso di visita medica; l’eventuale accertamento radiologico verrà effettuato presso il Servizio di Radiologia dell’Ospedale di San Bonifacio;
  • counseling breve antifumo in corso di visita e partecipazione (su base volontaria) a corso di disassuefazione per i fumatori;
  • successivo controllo su richiesta dell’interessato dopo tre anni o per sopraggiunta necessità.

Per ulteriori informazioni, aderire all'iniziativa e prenotare gli accertamenti è possibile riferirsi di persona al nostro Ambulatorio di Medicina del Lavoro al Palazzo della Sanità di Via S. D'Acquisto 7 – Verona, oppure telefonare al numero 045 807 59 23 dal lunedì al giovedì dalle ore 12.00 alle 15.30; il venerdì dalle ore 12.00 alle 13.45. Tutte le adesioni saranno registrate per consentire la programmazione degli accessi all’Ambulatorio. Gli appuntamenti verranno successivamente concordati e comunicati telefonicamente ai diretti interessati.

Faranno riferimento al nostro Ambulatorio di Medicina del Lavoro i residenti nell’ULSS 20 di Verona, indipendentemente dalla sede lavorativa dove si è verificata l'esposizione professionale all'amianto.

  • Pagine correlate
  • Amianto

    Cos'è l'amianto, utilizzi nel passato, interventi di bonifica e rimozione, aggiornamenti legislativi

Ultimo aggiornamento: 16/11/2018
Condividi questa pagina: